“L’Europa nel piatto”: incontro con il Commissario europeo Vytenis Andriukaitis

Giovedì 18 ottobre si terrà a Modena (alle ore 18 presso la Galleria Europa – Renzo Imbeni, in piazza Grande) la conferenza “L’Europa nel piatto” con il Commissario Vytenis Andriukaitis.

Vytenis Andriukaitis è Commissario europeo da quattro anni, è un cardiologo e politico lituano. Negli anni Settanta è stato un attivista del movimento antisovietico (anche arrestato e interrogato dal Kgb), poi esponente del Partito socialdemocratico e, dopo l’indipendenza, Andriukaitis è stato parlamentare dal 1992 e vicepresidente del Consiglio tra il 2001 e il 2004.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con il Centro Europe Direct di Modena, rientra tra i dibattiti pubblici che la Commissione europea con la presidenza di Jean-Claude Juncker promuove sui diversi temi di sua competenza proprio in forma di dialogo (“Citizens’ Dialogues”), con sessioni di domande e risposte, un’occasione per porre quesiti ai rappresentanti politici dell’UE, favorendo l’ascolto di preoccupazioni, aspettative, proposte e richieste dei cittadini nei confronti delle istituzioni europee.

La partecipazione è libera, ci si può iscrivere on line sul sito della Commissione europea: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/Dialogo_Andriukaitis_Modena.

L’incontro, moderato dal direttore di Trc Ettore Tazzioli, si svolgerà in lingua italiana con traduzione simultanea in inglese e potrà essere seguito in diretta sulla pagina Facebook della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

All’incontro parteciperanno, tra gli altri, i rappresentanti dei Consorzi dei prodotti tipici e delle organizzazioni di categoria del settore. In Europa, spiegano gli organizzatori, si sprecano ogni anno 88 milioni di tonnellate di cibo. Nel 2016 la Commissione ha lanciato una piattaforma europea contro gli sprechi e i rifiuti alimentari coinvolgendo tutti i soggetti interessati. A ottobre 2017 la Commissione ha emanato linee guida su sicurezza e igiene alimentare applicabili alla donazione del cibo. Il 30 maggio 2018, grazie a nuove norme Ue, gli Stati membri si sono impegnati a ridurre i rifiuti alimentari e a monitorare i progressi. L’Unione europea – sottolinea la Commissione – vuole assicurare un elevato livello di sicurezza alimentare tramite politiche mirate e controlli lungo tutta la filiera agroalimentare. Ogni cittadino europeo ha il diritto di sapere come il cibo che mangia viene prodotto, trasformato, confezionato, etichettato e venduto.

Vytenis Andriukaitis si è espresso recentemente a favore dell’innovazione in agricoltura in un incontro torinese nell’ambito di “Terra Madre”, la manifestazione internazionale ideata da Petrini.

“Sono un grande sostenitore delle nuove tecnologie – ha detto il commissario – perché ho passato grande parte della mia vita a occuparmi di malattie. Quando sono applicate al campo della medicina la gente ama le tecnologie più avanzate, quando si passa all’agricoltura non è più così. In entrambi i casi è scienza, ma nel primo la gente si fida, nel secondo c’è chi si lascia convincere da opinioni oscurantiste. (..)Se l’Europa perdesse la sua presenza sull’innovazione, credo che fra vent’anni pagherebbe un prezzo molto alto”. Vytenis Andriukaitis (commissario europeo alla Salute e sicurezza alimentare). Fonte: La nuova ecologia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...